Regione Autonoma Trentino-Alto Adige
Regione Autonoma Trentino-Alto Adige/Südtirol
sabato 25 novembre 2017   
Meteo - WetterMeteo Trentino Meteo - WetterMeteo Alto Adige                                 min@regione.taa.it scrivici                                 » Deutsch

Home » Ripartizione III » Ufficio per le minoranze linguistiche e della biblioteca » Iniziative per la promozione e valorizzazione delle minoranze linguistiche
 
Iniziative per la promozione e valorizzazione delle minoranze linguistiche
Vengono sostenute le iniziative, i progetti e le attività aventi quale oggetto specifico i gruppi etnici e le minoranze linguistiche storiche, in particolare quella tedesca, ladina, mochena e cimbra e sarà data priorità alle iniziative riguardanti:
• la tutela delle minoranze linguistiche, la salvaguardia e valorizzazione della cultura, della lingua e delle tradizioni delle minoranze;
• manifestazioni ed eventi culturali che favoriscano la promozione e valorizzazione delle minoranze linguistiche regionali;
• l’attività di cooperazione e collaborazione, anche a livello interregionale ed europeo, di associazioni ed enti rappresentativi di minoranze linguistiche (promozione di rapporti interregionali fra le minoranze linguistiche, le relative iniziative di scambi culturali, gemellaggi e progetti di collaborazione).
Potranno altresì essere presentate domande per progetti di investimento (in conto capitale) a favore di enti o organismi delle minoranze linguistiche regionali (per la realizzazione, l’acquisto e la ristrutturazione di beni immobili e di strutture). Non sono invece finanziabili le iniziative sportive.
Possono presentare domanda di finanziamento Comuni, altri enti pubblici e associazioni con sede nei territori storici di insediamento delle minoranze linguistiche regionali, enti, istituti e organismi rappresentativi delle minoranze linguistiche o con prevalente attività a favore delle minoranze linguistiche.
I soggetti beneficiari dei finanziamenti della Regione non possono avere scopo di lucro.

Contatti
 
 
dott. GÜNTHER HOFER
Direttore d'ufficio
Guenther.Hofer@regione.taa.it   Tel. 0461/201412   Fax 0461/201387
 
 
dott.ssa GIOVANNA CHIOCCHETTI
Sostituta del direttore
Giovanna.Chiocchetti@regione.taa.it   Tel. 0461/201441   

Domande e Modulistica

Domande di finanziamento Le domande di finanziamento per la realizzazione di iniziative e progetti si devono presentare utilizzando la modulistica predisposta dalla Regione corredata dalla seguente documentazione:
  • copia conforme all’originale dell’atto costitutivo e dello statuto dell’ente o associazione, quando quest’ultimo sia stato adottato. Tale obbligo non sussiste per gli enti pubblici;
  • relazione illustrativa dell’attività eventualmente svolta nell’anno precedente;
  • relazione illustrativa dell’iniziativa programmata;
  • dettagliato preventivo delle spese che si prevede di sostenere, nonché delle presunte entrate attinenti all’iniziativa.
  • copia dell’ultimo bilancio approvato, solo per le domande riguardanti il concorso alle spese di funzionamento.
Scadenza
  • entro il 30 novembre ad ore 16.00 per le manifestazioni da svolgersi nel corso dell'anno successivo
  • entro il 31 marzo ad ore 16.00 per il concorso alle spese di funzionamento dell’anno in corso
  • entro il 30 aprile ad ore 16.00 per le iniziative da svolgersi nel secondo semestre dell'anno in corso, purché nel rispetto delle priorità programmatiche
  • non ci sono termini per le domande di contributo per investimenti.
(Decreto del Presidente della Regione 15 giugno 2006, n. 9/L – artt. 5 e 12)
Dove presentare le domande Le domande vanno presentate presso gli uffici regionali di Trento e di Bolzano:

REGIONE AUTONOMA TRENTINO-ALTO ADIGE/SÜDTIROL
ripartizione III - Minoranze linguistiche e integrazione europea
Ufficio per le Minoranze linguistiche e della biblioteca

Via Gazzoletti 2 - 38122 Trento
Tel. 0461 201407-201484/201441/201416
Fax 0461 201387


Piazza Università n. 3 - 39100 BOLZANO
Tel. 0471 322111
Prescrizioni
I beneficiari di finanziamenti devono comunicare alla Regione entro due mesi dalla data prevista di realizzazione dell’iniziativa o entro un mese dalla comunicazione della concessione del contributo, se successiva, se la stessa è stata o meno realizzata.
In caso di mancanza di termine di realizzazione il beneficiario è tenuto di comunicare entro il 30 novembre dell’anno finanziario di riferimento lo stato o le previsioni effettive di realizzazione dell’iniziativa o del progetto.In assenza delle comunicazioni predette la Regione può attivare la procedura di revoca del contributo.
(Decreto del Presidente della Regione 15 giugno 2006, n. 9/L – art. 5 comma 3)
Spesa ammessa
Per spesa ammessa si intende la spesa ritenuta congrua dall’amministrazione per la realizzazione dell’iniziativa o del progetto
(Decreto del Presidente della Regione 15 giugno 2006, n. 9/L – art. 7 comma 1)
Volontariato
L’attività di volontariato non dà diritto ad alcun compenso. Gli enti e associazioni che intendono utilizzare l’attività del volontariato devono trattenere agli atti un elenco sottoscritto dal legale rappresentante dell’ente con indicazione nominativa dei volontari impegnati, del numero delle ore prestate, della tipologia delle prestazioni e del luogo in cui le attività si sono svolte.
L’attività svolta a titolo di volontariato può essere computata ai fini della determinazione della spesa ammessa con attribuzione di un importo orario convenzionale di € 16,00. L’importo non può superare il 25% della spesa ammessa e non può superare in nessun caso il valore di € 25.000,00
(Decreto del Presidente della Regione 15 giugno 2006, n. 9/L – art. 7 comma 3 e art. 8)
Spese di funzionamento
Ai fini della determinazione della spesa ammessa possono essere riconosciute spese di funzionamento riconducibili all’iniziativa nel limite del 5% della spesa ammessa, qualora spese di tale natura non siano analiticamente esposte.
(Decreto del Presidente della Regione 15 giugno 2006, n. 9/L – art. 7 comma 4)



 
 

Domande di finanziamento
 
 Domanda di Finanziamento
 

- A decorrere dal 26 giugno 2013 l’importo della marca da bollo da applicare alle domande di contributo (se dovuta) è aumentata ad € 16,00 per effetto dell’entrata in vigore della legge 24 giugno 2013, n. 71, di conversione del decreto-legge 26 aprile 2013, n. 43.

 
Documento WORD DOMANDA DI FINANZIAMENTO
 

A - Iniziative per la promozione e valorizzazione delle minoranze linguistiche

(Art. 5 comma 2 del Testo Unico DPGR nr. 8/L del 23 giugno 1997)

 

 
Documento WORD DOMANDA DI FINANZIAMENTO
 

B - Concorso alle spese di funzionamento

 

Domande di liquidazione
 
Documento WORD RICHIESTA DI LIQUIDAZIONE
 

T.U. - D.P.G.R. 23.06.1997, n. 8/L; D.P.Reg. 15.06.2006, n. 9/L; D.P.Reg. 4.03.2005, n.5/L, Decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42.

 

 

Informazioni
 
Documento PDF Logo Regione
 Da inserire su depliants, pubblicazioni e stampati riguardanti iniziative o progetti finanziati dalla Regione
 

Dichiarazioni
 
Documento WORD Comunicazione sulla realizzazione o meno dell'iniziativa
 Art. 5 comma 3 del "Regolamento di esecuzione delle disposizioni del Testo Unico approvato con D.P.Reg. 23 giugno 1997, n. 8/L, per la parte riguardante le norme in materia di tutela e promozione delle minoranze linguistiche", approvato con D.P.Reg. 15 giugno 2006, n. 9/L
 
Documento WORD Dichiarazione del legale rappresentante per le attivita' di volontariato
 F - Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà
(Art. 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

(Decreto del Presidente della Regione 15 giugno 2006, n. 9/L – art. 7, comma 3 e art. 8)





Normativa
 
 
Documento PDF DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 23 del 15 febbraio 2017
Approvazione delle priorità programmatiche per l'anno 2017 concernente l'attività della Regione nel campo della tutela e della promozione delle minoranze linguistiche nell'ambito dei rapporti interregionali ed europei (ai sensi dell'art. 2, comma 3), del Regolamento di esecuzione D.P.Reg. d.d. 15 giugno 2006 n. 9/L).
 
Documento PDF DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 15 giugno 2006, n. 9/L
Approvazione nuovo "Regolamento di esecuzione delle disposizioni del Testo Unico approvato con DPReg. 23 giugno 1997, n. 8/L, per la parte riguardante le norme in materia di tutela e promozione delle minoranze linguistiche".
 
Documento PDF DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 26 del 15 febbraio 2017
Approvazione delle priorità programmatiche per l’anno 2017 concernente l’attività della Regione nel campo della tutela e della promozione delle minoranze linguistiche regionali (ai sensi dell’art. 2, comma 3, del Regolamento di esecuzione D.P.Reg. d.d. 15 giugno 2006 n. 9/L).