Regione Autonoma Trentino-Alto Adige
Regione Autonoma Trentino-Alto Adige/Südtirol
martedì 26 settembre 2017   
Meteo - WetterMeteo Trentino Meteo - WetterMeteo Alto Adige                                 previdenza@regione.taa.it scrivici                                 » Deutsch

Home » Ripartizione II » Ufficio per la previdenza sociale e ordinamento delle APSP » Ordinamento delle Aziende Pubbliche di Servizi alla Persona
 
Ordinamento delle Aziende pubbliche di servizi alla persona
A seguito dell’entrata in vigore della legge 8 novembre 2000, n. 328 concernente “Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali” e del relativo decreto legislativo di attuazione 4 maggio 2001, n. 207, il settore delle istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza (IPAB) è stato completamente trasformato.
La legge regionale di recepimento della suddetta normativa nazionale, ed in particolare la legge regionale 21 settembre 2005, n. 7 concernente “Nuovo ordinamento delle istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza – aziende pubbliche di servizi alla persona” ha previsto infatti il riordino di tali istituzioni ed in particolare la loro trasformazione in aziende pubbliche di servizi alla persona.
Il processo di riordino è stato completato ed oggi operano in regione 45 Aziende pubbliche di servizi alla persona in provincia di Trento e 30 in provincia di Bolzano.
I principi fondamentali che reggono le nuove aziende, dettati dalla legge regionale n. 7/2005 e dai relativi regolamenti di esecuzione approvati con i decreti del Presidente della Regione di data 13 aprile 2006, n. 4/L e 17 ottobre 2006, n. 12/L, sono quelli previsti dalla legge n. 328/2000 ovvero:

a) la previsione per tali aziende di autonomia statutaria, patrimoniale, contabile, gestionale e tecnica;

b) l’applicazione di un regime giuridico del personale di tipo privatistico e l’applicazione dei principi relativi alla distinzione dei poteri di indirizzo e programmazione dalle funzioni di gestione (tale criterio è stato peraltro attenuato a livello regionale in relazione alle dimensioni dell’azienda);

c) la possibilità per le aziende di adottare strumenti, anche di natura contrattuale, che consentano loro di operare con criteri imprenditoriali informando la propria attività di gestione a criteri di efficienza, efficacia ed economicità, nel rispetto del pareggio del bilancio da perseguire attraverso l’equilibrio dei costi e dei ricavi;

d) l’applicazione di forme di controllo relative all’approvazione degli statuti, dei bilanci annuali e pluriennali, nonché l’applicazione degli strumenti di controllo di regolarità amministrativa e contabile, di gestione, di valutazione della dirigenza e di valutazione e controllo strategico di cui al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 286.
Indirizzo

Ufficio per la previdenza sociale e ordinamento delle APSP
Via Gazzoletti 2
38122 TRENTO


Contatti

previdenza@regione.taa.itprevidenza@regione.taa.it
ripaist@pec.regione.taa.itripaist@pec.regione.taa.it
 
 
dott.ssa STEFANIA TOMAZZONI
Direttrice d'ufficio
Stefania.Tomazzoni@regione.taa.it   Tel. 0461/201444 fax 0461/201421   
 
 
dott. LORENZO HOLLER
Sostituto della direttrice
Lorenzo.Holler@regione.taa.it   Tel. 0461/201067   Fax 0461/201421