Regione Autonoma Trentino-Alto Adige
Regione Autonoma Trentino-Alto Adige/Südtirol
venerdì 24 novembre 2017   
Meteo - WetterMeteo Trentino Meteo - WetterMeteo Alto Adige                                 biblio@regione.taa.it scrivici                                 » Deutsch
 
Lussemburgo
Bandiera del Lussemburgo

Nota
Secondo le autorità del Granducato non esistono in Lussemburgo né minoranze nazionali né lingue regionali o minoritarie. Tale affermazione corrisponde al vero, ma in un senso del tutto peculiare: non significa infatti che vi si parli solo una lingua ma che non vi si parla mai una lingua sola.
Autorevoli indagini ufficiali segnalano che tutti gli abitanti del piccolo stato hanno una seconda lingua d’uso quotidiano e molti (70%) anche una terza. Si registra insomma un diffuso trilinguismo francese, tedesco e lussemburghese (il quadro è reso ancora più complesso dal fatto che il 40’% della popolazione residente è di origine straniera e quindi oltre ad almeno una lingua ufficiale del Granducato parla anche quella del paese di provenienza- il 15% dei residenti in Lussemburgo è dato da portoghesi).
Benché nel 1984 sia stata proclamata come lingua nazionale il lussemburghese (una variante del tedesco francone), le altre lingue possono essere usate in tutti gli ambiti pubblici e, in effetti, lo sono anche più del lussemburghese stesso, evidentemente non ritenuto ancora del tutto adeguato a sofisticati intercorsi amministrativi. La segnaletica è prevalentemente in francese. Lo stato interviene a sostegno dello sviluppo della lingua nazionale tramite un Consiglio ad hoc, senza che la questione linguistica assuma comunque un alto grado di importanza per la popolazione, come si evince anche dalle norme, piuttosto generiche, attualmente in vigore.

Normativa

Links
www.cpll.lu (sito del Consiglio permanente della lingua lussemburghese, con un numero di informazioni piuttosto limitato)
www.etat.lu (motore di ricerca lussemburghese, compresi i settori linguistico e culturale in genere)