Regione Autonoma Trentino-Alto Adige
Regione Autonoma Trentino-Alto Adige/Südtirol
domenica 19 novembre 2017   
Meteo - WetterMeteo Trentino Meteo - WetterMeteo Alto Adige                                 biblio@regione.taa.it scrivici                                 » Deutsch
 
Moldova
Bandiera moldova

Avvertenza
I territori moldavi ad est del fiume Nistru (Dniestr, in russo) si sono sottratti al controllo del governo centrale nel 1990. Da allora su quei territori l’amministrazione è svolta de facto dalle autorità dell’auto-proclamata Repubblica moldava transnistriana, non riconosciuta a livello internazionale. Questa situazione senza pari in Europa ha fatto sì che fra il 1989 e il 2004 non venissero condotti censimenti ufficiali e che nel 2004 il censimento della popolazione sia avvenuto separatamente in Moldova e ‘Transnistria’. Riportiamo dunque i dati separatamente poiché la politica minoritaria viene attuata da organi diversi e secondo criteri diversi.
Il gruppo moldavo è minoritario in Transnistria rispetto a quello slavo costituito dai russi e dagli ucraini, qui assai solidali fra loro, e quindi alla usuale dizione di minoranze abbiamo preferito per il caso della Moldova quella di gruppi linguistici.

Gruppi Linguistici in Moldova
Moldavi 2.564.849 (75,8 della popolazione)
Russi 201.218 (5,9%)
Ucraini 282.406 (8,3%)
Bulgari 65.662
Gagauzi 147.500
Ebrei 15.672
Bielorussi 13.608
Tedeschi 7.335
Polacchi 4.739
Rom 11.571

Gruppi linguistici in Transnistria
Moldavi 177.156 (31,9%)
Ucraini 159.940 (28,8%)
Russi 168.270 (30,3%)
Gagauzi 11.107 (2,0%)
Bulgari 11.100 (2,0%)

Se la Moldova risolvesse il problema della secessione in corso si avrebbe dunque per i gruppi maggiori il seguente quadro (risultante dalla somma delle due tabelle):


Moldavi 2.742.005 (69,6%)
Ucraini 442.346 (11,2%)
Russi 369.488 (9,4%)
Gagauzi 158.607 (4,0%)
Bulgari 76.769 (1,9%)

Nota
La Costituzione della Repubblica moldava proclama lingua ufficiale dello stato il moldavo e come lingua di comunicazione interetnica il russo. In effetti i non moldavi residenti sul territorio della Repubblica non avevano nessun motivo per imparare il moldavo nell’epoca dell’Unione sovietica in quanto la lingua russa era sufficiente per ogni necessità. Il moldavo, poi, era ritenuto una lingua arretrata, limitata agli ambiti rurali, poco prestigiosa. In questo c’era del vero, ma va tenuto presente che le autorità sovietiche impedivano ogni contatto fra moldavi e rumeni (il moldavo è un altro nome per la lingua rumena, che era ed è lingua di stato in Romania dove si è sviluppato per soddisfare alle esigenze di una moderna lingua amministrativa e scientifica) e costringeva i moldavi a scrivere in cirillico, alfabeto poco adatto a una lingua neolatina. L’idea dell’inferiorità del moldavo si è radicata così profondamente che anche dopo l’indipendenza del 1990 essa fa sentire i suoi effetti. Così non solo le minoranze ucraina, gagauza, bulgara e ebrea ma anche molti moldavi preferiscono di gran lunga usare il russo nei rapporti pubblici.
La situazione della lingua moldava in Transnistria è ancora peggiore perché non ostante il trinlinguismo ufficiale (moldavo, russo e ucraino) di questa entità secessionista il russo ha di fatto un completo monopolio sulla vita pubblica, accentuato dal fatto che i leader e gli alti quadri dirigenti non sono originari della Transnistria ma cittadini russi. Sul mancato rispetto di taluni diritti fondamentali, tra cui quelli linguistici, da parte delle autorità transnistriane né la Moldova né le organizzazioni internazionali possono nulla, dato lo status particolare dell’area.
I gagauzi parlano una lingua turanica assai vicina al turco odierno. Sono immigrati nell’area a nord del Mar Nero nel corso del 1700 e hanno la particolarità di essere l’unico popolo turco di confessione cristiana (ortodossa).

Legislazione

Bibliografia
Gagauzii din Basarabia in tecut si prezent/ Anatoli Macis; Bucarest: Agerpress Typo, 2003
Collocazione: M- 305.894 360-Mac-1

The Moldovans: Romania, Russia and the Politics of Culture/ Charles King; Stanford Ca.; Hovver Institution Press, 2000
Collocazione: M- 947.6 –KIN- 1

Links
www.dri.gov.md (sito del Dipartimento per le relazioni interetniche. L’ufficio, creato dal governo centrale, si occupa della elaborazione e, in parte, della realizzazione della politica linguistica. Il sito risulta scarsamente informativo)
www.krorm.ru (sito del Congresso delle comunità russe di Moldova)
www.jewish.md (sito sugli ebrei di Moldova, ideato e realizzato da ebrei americani. In effetti il sito è esclusivamente in inglese)
www.romale.net (sito di associazioni rom moldave)
www.vspmr.org (sito del Parlamento transnistriano, denominato Consiglio Supremo. Nonostante il trilinguismo ufficiale previsto dalla Costituzione transnistriana il sito è composto solo in russo con parziale versione inglese)
www.tiras.ru (sito di informazione generale sulla Transnistria gestito da Tiraspol, capitale del territorio secessionista)