Regione Autonoma Trentino-Alto Adige
Regione Autonoma Trentino-Alto Adige/Südtirol
giovedì 23 novembre 2017   
Meteo - WetterMeteo Trentino Meteo - WetterMeteo Alto Adige                                 biblio@regione.taa.it scrivici                                 » Deutsch
 
SARDEGNA
SARDEGNA - Sardi

Le particolarità linguistiche del sardo sono sempre state ben presenti alle scienze filologiche, ma in termini socio-linguistici l'idea seconda la quale il sardo andrebbe considerato non come un variante locale dell'italiano ma come una lingua a sé stante, pur nell'ambito degli idiomi neo-latini, si è affermata soltanto in epoca recente. Di conseguenza il riconoscimento legislativo del sardo, benché parlato dalla grande maggioranza della popolazione regionale, è avvenuto solo nella metà dell'ultimo decennio del secolo scorso. Dei circa 1.700.000 abitanti dell'isola si calcola che poco meno di un milione abbiano il sardo come madre lingua.

Sono elencati i comuni dichiaratisi minoritari secondo la legge 482/99

CAGLIARI
Armungia – Assemini- Ballao- Barrali- Capoterra- Decimoputzu- Domus de Maria- Donori- Elmas - Goni – Mandas- Monserrato- Muravera- Nuraminis- Ortacesus- Pimentel- Quartu Sant’Elena- Quartucciu- San Basilio- San Nicolò Gerrei- San Sperate- San Vito- Sant’Andrea Frius- Sarroch- Selagius- Sestu- Siliqua- Silius- Ninnai- Soleminis- Suelli- Teulada- Ussana- Uta- Villaputzu- Villasalto- Villasor,

MEDIO CAMPIDANO
Arbus- Barumini- Collinas- Furti- Generi- Gestori- Gonnosfanadiga- Guspini- Las Plassas- Lunamatrona- Monreale- Pabillonis- Pauli Arborei- Samassi- San Gavino- Sanluri- Sardara- Segariu- Serramanna- Serrenti- Setzu- Siddi- Tuili- Turri- Ussaramanna- Villacidro- Villamar- Villanova forru- Villanovafranca

NUORO
Aritzo - Austis - Belvì- Birori - Bitti - Bolotana - Borore – Bortigali- Desulo - Dorgali - Dualchi - Fonni - Gadoni - Galtellì - Gavoi - Lei - Loculi - Lodé - Lodine - Macomer - Mamoiada - Meanasardo - Noragugume - Nuoro – Nuragus- Oliena - Ollolai - Olzai - Onani - Onifai - Oniferi - Orani - Orgosolo - Orosei - Orotelli – Ortueri- Orune - Osidda - Ottana - Ovodda - Posada – Sagama- San Teodoro- Sarule – Serri- Silanus - Sindia - Siniscola - Sorgono - Teti – Tiana- Tonara – Torpè- Villanovatulo

OGLIASTRA
Arzana- Barisardo- Balnei- Cardedu- Elini- Gairo- Girasole- Ilbono- Ierzu- Lanusei- Loceri- Lotzorai- Osini- Perdasdefogu- Seui- Talana- Tertenia- Tortolì- Triei- Ulassai- Urzulei- Ussassai- Villagrande Strisaili

OLBIA-TEMPIO
Aggius- La Maddalena- Loiri Porto San Paolo- Luogosanto- Luras- Olbia- Padru- Santa Teresa di Gallura- Telti

ORISTANO
Ales - Ardauli - Assolo - Asuni - Baradili - Bonarcado - Cabras - Cuglieri - Curcuris - Fordongianus - Ghilarza - Gonnosnò - Mogoro - Narbolia - Oristano - Paulilatino - Riola Sardo – Samugheo- Scano Montiferro - Samugheo -Sedilo - Seneghe - Terralba – Tresnuraghes

SASSARI
Ardara - Arzachena - Banari - Bentutti - Bessude - Bonnanaro - Bono - Bonorva - Borutta Bulzi - Chiaramonti - Codrongianos - Cossoine - Erula - Esporlatu - Florinas - Illorai - Isili - Ittiri - Mara - Mores - Nughedu San Nicolò - Olmeto - Osilo - Ozieri - Padru - Pattada - Plaghe - Pozzomaggiore - Romana - Siligo - Sorso - Thiesi - Tissi - Uri - Usini - Villanova Monteleone

Bibliografia
La lingua nel tempo. Variazione e cambiamento in italiano, latino e sardo / Eduardo Blasco Ferrer. - Cagliari : CUEC, 1995
Limba lingua language : lingue locali, standardizzazione e identità in Sardegna nell'era della globalizzazione / a cura di Mario Argiolas e Roberto Serra. - Cagliari : CUEC, 2001
Collocazione: M-457.9-LIM-1

www.limbasarda.it
www.sardu.net

SARDEGNA - Catalani

Gli inizi dell'insediamento catalano nella zona di Alghero, nella parte nord-occidentale della Sardegna, risalgono alla metà del XIV secolo, quando il territorio rispettivo venne acquisito dalla corona aragonese. Da quella lontana epoca il catalano parlato ad Alghero ha conosciuto uno sviluppo in certa misura autonomo rispetto a quello della madre patria, tanto che può considerarsi come una variante orientale del medesimo. Relegato per lungo tempo in contesti informali, oggi il catalano ha pieno raggiunto un pieno riconoscimento giuridico.
Alghero conta circa 23.000 abitanti che, con qualche eccezione, appartengono al gruppo linguistico minoritario.

SASSARI
Alghero

Bibliografia
Català de l'Alguer : criteris de llengua escrita : model d'àmbit restringit de l'alguerès / document aprovat par l'Institut d'etudis catalans ; a cura di Luca Scala. - Montserrat : Publicacions de l'Abadia de Montserrat, 2003
Collocazione: Università di Trento w-D I 00936
L'Alguer : un popolo catalano d'Italia / Eduard Toda i Guell ; traduzione, introduzione e note a cura di Rafael Caria. - Sassari : Gallizzi, 1981
Collocazione: M-945.932 3-TOD- 1

www.alguer.info

SARDEGNA - normativa

Leggi regionali