Regione Autonoma Trentino-Alto Adige
Regione Autonoma Trentino-Alto Adige/Südtirol
sabato 25 novembre 2017   
Meteo - WetterMeteo Trentino Meteo - WetterMeteo Alto Adige                                 biblio@regione.taa.it scrivici                                 » Deutsch
 
Ungheria
Bandiera della Ungheria

Minoranze:
Rom 190.046 (1,9% della popolazione totale)
Tedeschi 62.233 (0,1%)
Slovacchi 17.692
Croati 15.620
Rumeni 7.995
Ucraini 5.070
Serbi 3.916
Sloveni 3.040
Polacchi 2.962
Greci 2.509
Bulgari 1.358
Ruteni 1.098
Armeni 620

Nota
La questione delle minoranze ha sempre avuto una grande importanza in Ungheria. Fino alla prima guerra mondiale, entro i confini dell’Ungheria storica, le minoranze nazionali erano, complessivamente considerate, maggiori in numero rispetto al gruppo magiaro. Nel 1919 con il Trattato del Trianon all’Ungheria sconfitta sono state imposte vaste cessioni territoriali in favore dei nuovi stati centro-europei determinando la creazione di forti gruppi minoritari magiari in ognuno di essi. Ancora oggi uno dei fattori della politica minoritaria del governo ungherese è costituito dalla volontà di rendere credibile il sostegno offerto alle minoranze magiare all’estero tramite una politica interna generosa. Proprio le cessioni del 1919 hanno tuttavia fatto sì che nessuna regione del paese possa ormai considerarsi identificabile con una minoranza. Ne è derivata la necessità di un sistema di tutela basato sull’autogoverno di tipo personale. I gruppi minoritari a livello comunale, regionale e statale eleggono propri organi competenti per molte questioni comunitarie, in particolare per quelle culturali. Tali compiti vengono di regola svolti in modo soddisfacente. La partecipazione degli appartenenti alle minoranze alla attività dei rispettivi organi di autogoverno è notevole.

Normativa

Bibliografia
Das neue Minderheitenrecht in Ungarn/ Herbert Küpper, München: Oldenburg, 1998
Collocazione M- 342.439 087-KUP-1

Minderheitenschutz in Ungarn: die verfassungs- und verwaltungsrechtlichen Regelungen/ Berger Johannes, Tübingen: Medien Verlag Köhler, 2001
Collocazione: M- 342.439 087-BER-1

Links
www.romaweb.hu (sito della minoranza rom. Fra i siti minoritari europei è uno dei più informativi e completi, oltre ad essere molto ben strutturato. Unico neo, forse temporaneo, è l’uso esclusivo della lingua ungherese)
Come accennato, ogni gruppo minoritario riconosciuto dispone di una propria organizzazione di autogoverno culturale. Ad eccezione di quella serba, ciascuna organizzazione ha attivato un sito internet, che in nessun caso, tuttavia, raggiunge la qualità del sito rom sopra citato: minoranza
bulgara: www.bul.hu
greca: www.ellinismos.hu
croata: www.croatica.hu
polacca: www.polonia.hu
tedesca: www.ldu.hu
rumena: www.atruroman.hu
rutena: www.ruszinvilag.hu
slovacca: www.slovaci.hu
slovena: www.slovenpages.hu
ucraina: www.ukrajinci.hu
Da parte governativa le questioni minoritarie vengono seguite dal Ministero degli affari sociali: www.szmm-gov.hu