Residenza Gerstburg a Bolzano
Ora sede della Sezione Autonoma del Tribunale Regionale di Giustizia Amministrativa di Bolzano
 

Costruita, come nucleo iniziale, verso la fine del XV secolo. Dell'originario nucleo costruttivo si conservano al piano terra poche strutture riconoscibili.

ProprietÓ dei Giovanelli dal 1586 al 1711. La parte architettonica relativa ai restauri di questa famiglia Ŕ ancora perfettamente leggibile nel muro esterno e nei torrioni angolari e la sala seicentesca con decorazioni in stucco.

Dal 1744 al 1811 proprietÓ della ricchissima famiglia Menz.
La residenza viene ampliata a nord, con due ali laterali al corpo di fabbrica, la destinazione di uno dei torrioni angolari a Cappella e la trasformazione del secondo piano in piano nobile e nel 1788 viene affidata la decorazione del salone al pittore Martin Knoller che decora la volta del salone con la raffigurazione del Trionfo dell'Aurora.
L'affresco con le Tenebre scacciate dall'arrivo dell'Aurora Ŕ tra i pi¨ suggestivi di tutta la decorazione.
Sulle pareti due raffigurazioni paesaggistiche il Mattino e la Sera circondate da quattro statue dipinte, entro finte nicchie, di Apollo, Minerva, Mercurio e Diana e i medaglioni con i ritratti dell'artista, della moglie e dei committenti Anna e il marito Melchior von Menz. Sopra le porte le raffinatissime ore danzanti.
Sul registro superiore delle pareti i medaglioni dipinti a finto marco, con putti recanti i simboli delle stagioni, delle arti e delle scienze.
La sala Martin Knoller ora Ŕ la prestigiosa sede delle udienze della sezione autonoma di Bolzano del Tribunale di Giustizia Amministrativa.